Avvisi

Call for papers – “I quaderni del m.ae.s.” XVII-2019

 

Si comunica che la rivista “I quaderni del m.ae.s.”, in vista della pubblicazione del fascicolo XVII, accetta dalla data del 30/03/2019 contributi da parte di studiosi che abbiano per interesse il periodo medievale in ogni suo aspetto purché rientranti nei limiti cronologici V-XV secolo.

Saranno accettati contributi inediti lingua italiana, francese, inglese e spagnola che perverranno all’indirizzo mail della redazione (maes@unibo.it) entro e non oltre il 30/06/2019 e che seguiranno le norme riportate alla pagina:
https://maes.unibo.it/about/submissions#authorGuidelines

La Redazione ringrazia tutti coloro che vorranno presentare il proprio contributo per la realizzazione del prossimo fascicolo e si riserva ogni diritto di scelta sui contributi presentati che verranno scelti per il prossimo numero

 
Inserito: 2019-03-15
 

Avviso di ritiro

 

La produzione libraria e letteraria della Langobardia ducale (sec. VI - X)

 
Inserito: 2019-01-03 [leggi tutto]
 

Call for papers – “I quaderni del m.ae.s.” XVI-2018

 

Si comunica che la rivista “I quaderni del m.ae.s.”, in vista della pubblicazione del fascicolo XVI, accetta dalla data di 01/03/2018 contributi da parte di studiosi che abbiano per interesse il periodo medievale in ogni suo aspetto purché rientranti nei limiti cronologici V-XV secolo.

Saranno accettati articoli inediti lingua italiana, francese, inglese e spagnola che perverranno all’indirizzo mail della redazione () entro e non oltre il 30/06/2018 e che seguiranno le norme riportate alla pagina:
https://maes.unibo.it/about/submissions#authorGuidelines

La Redazione ringrazia tutti coloro che vorranno presentare il proprio contributo per la realizzazione del prossimo fascicolo e si riserva ogni diritto di scelta sui contributi presentati che verranno scelti per il prossimo numero.

 
Inserito: 2018-02-08
 

Nuove opportunità per i quaderni del m.æ.s.

 
Con la pubblicazione del XV volume de I quaderni del m.æ.s si è inteso percorrere una strada che consente di conferire un’accresciuta visibilità e circolazione al sapere storico scientifico attraverso la condivisione della lettura in open access; un accesso libero e senza barriere che nel rispetto dei diritti d’autore e delle licenze permette agli studiosi e ai ricercatori di diffondere e valorizzare i loro lavori di ricerca. Un’opportunità dunque per una fruibilità e un impatto scientifico che si rendono possibili grazie alle sinergie e alle alleanze con la piattaforma della biblioteca digitale AlmaDL dell’Università di Bologna.  
Inserito: 2017-11-30
 
1 - 4 di 4 elementi