Dalla prassi alla norma origini e sviluppi del riconoscimento dello studio bolognese

Rolando Dondarini

Abstract


Nel lungo processo di formazione dell’Università di Bologna uno dei fenomeni più rilevanti che ne fu ad un tempo causa e sintomo fu la progressiva definizione di quadri normativi di riferimento. Da premesse e origini indotte da sporadiche iniziative personali non soggette a regole precostituite, si giunse ad allargare e a formalizzare l’accesso, la frequenza e il riconoscimento degli studi con una parabola evolutiva in cui norme interne, poi leggi e infine statuti - sia comunali sia delle comunità degli scolari - ebbero un ruolo determinante, portando ad un sistema sempre più articolato e complesso di atti legislativi e di ordinamenti che dal XII secolo conformarono le comunità universitarie. A delinearli concorsero spinte e autorità locali e centrali spesso in contrasto tra loro e con provvedimenti presi quasi sempre a scapito dell’originaria autonomia delle comunità degli scolari, che tuttavia ne trassero crescenti garanzie per il riconoscimento per i loro curricula studiorum.

Parole chiave


Studium; Univeristà; Statuti; Bologna; studenti

Full Text

PDF (Italiano)


DOI: 10.6092/issn.2533-2325/8723

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.


Copyright (c) 2018 Mediæ Ætatis Sodalicium

Creative Commons License
Quest'opera è rilasciata con una licenza Creative Commons Attribuzione 4.0 Internazionale.