La produzione libraria e letteraria della Langobardia ducale (sec. VI - X)

Antonio Corvino

Abstract


L'ARTICOLO E' STATO RITIRATO, VEDERE IL RELATIVO AVVISO:

https://doi.org/10.6092/issn.2533-2325/8764


L’oggetto di questo intervento è uno studio-censimento tramite l’analisi statistico-quantificativa dei testimoni librari afferenti alla Langobardia Minor, nell’arco cronologico VI - X secolo d. C. I manoscritti attribuibili risultano vincolati sia dalla carenza di documenti che sono arrivati ai nostri giorni sia da quelli che, sebbene sopravvissuti, restano sconosciuti agli studi. Le analisi effettuate evidenziano una maggiore conservazione di testimoni librari tra VIII e X secolo, attestatasi sulle 54 unità. Dato, questo, da integrare col materiale che non è censito od inaccessibile. Da non trascurare, per l’attribuzione, l’effetto sinusoidale della storia di un territorio che splende di luce propria per poi, successivamente, godere di un velo di dimenticanza che ne pregiudica la precedenza importanza. Tra i testimoni abbiamo esemplari di rarissima qualità ed interesse che risultano utilissimi nello studio dei costumi, scambi commerciali, liturgie ecclesiastiche che consentono di estrapolare nuovi dati su mode ed interessi letterari nella Langobardia Minor.

Parole chiave


Longobardi; Manoscritti; Benevento; Italia meridionale; Cultura

Full Text

PDF (Italiano)


DOI: 10.6092/issn.2533-2325/8725

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.


Copyright (c) 2018 Mediæ Ætatis Sodalicium

Creative Commons License
Quest'opera è rilasciata con una licenza Creative Commons Attribuzione 4.0 Internazionale.